Alla ricerca delle nazioni illuminate: luce sulla Biennale.

Attualità, per favore.

Valeria Burgio

Attraverso il procedimento retorico della falsa etimologia, Bice Curiger titola la sua Biennale “ILLUMInazioni”.  La radice “nazione” viene estratta all’interno di un lemma che si lega a un concetto percettivo. La lettura del titolo attiva una nuvola di suggestioni possibili: nazioni illuminate; luci sulle nazioni. In ogni caso ci si aspetta che il concetto sia elaborato dalla curatrice e dagli artisti invitati e che si manifesti in opere e progetti. Cosa che non succede. Leggi tutto “Alla ricerca delle nazioni illuminate: luce sulla Biennale.”

Ragionare con la mente estesa. Facebook, il pensiero e l’argomentazione

Edoardo Acotto

Esteriorizzazione
Per chi può permettersi un computer e un abbonamento a internet – e non sono ancora tutti, nemmeno nei paesi più ricchi – l’esistenza odierna è parzialmente online. Sembra allora un compito arduo provare a indicare un senso globale delle interazioni tra i soggetti che popolano i social network, per la pervasività delle pratiche di vita online e per il continuo intreccio di attuale e virtuale. Leggi tutto “Ragionare con la mente estesa. Facebook, il pensiero e l’argomentazione”

Specchio specchio delle mie brame: qual è la relazione tra me ed il reame?

La relazione tra realtà digitale e realtà concreta si basa sulla finzione

Ivan Mosca

Internet è stato oggetto di un’utopia ed oggi si risveglia nella realtà. La differenza tra realtà ed utopia sta nella differenza tra pensiero e azione: finché nessuno lo usava, internet era un sogno in cui l’individuo e la collettività avrebbero potuto convivere sullo stesso piano. Da quando invece la rete unisce le persone per davvero ecco che cambiano gli assetti tra il sé e la rete, come mostrano prototipi e stereotipi della storia recente del web. Leggi tutto “Specchio specchio delle mie brame: qual è la relazione tra me ed il reame?”