Lettera ai padri padroni

Leonard Mazzone

Cari padri padroni,

è trascorso molto tempo dall’ultima volta in cui osammo chiamarvi per nome. Altrettanto dall’ultima in cui trovammo il coraggio di rivolgerci pubblicamente a voi. Facevamo finta di non sapere a chi indirizzare le nostre parole. Non che ci fossimo dimenticati di voi, tutt’altro: ai servitori non è concesso il lusso di ignorare chi stiano servendo; e solo la censura imposta quotidianamente a se stessi rende sopportabile questa condizione. Un costo irrisorio, in fondo, se paragonato con l’illusione di coltivare la propria libertà. Leggi tutto “Lettera ai padri padroni”