Oportet

Alberto Leiss

“Qu’ une bàtarde de catin / a la cour se voie avancée, /que dans l’amour et dans le vin/ Louis cherche une gloire aisée, / ah! Le voilà, ah! Le voici / celui qui n’en a nul souci”.

La canzoncina parla di una  “bastarda di sgualdrina” favorita a corte, e di un Luigi XV che cercava gloria nel sesso e nel vino, e non si preoccupava d’altro.  A Parigi, nei decenni che precedono la Rivoluzione, c’è una vera esplosione di canzonette, libelli, cartigli, pettegolezzi orali che si diffondono grazie a un capillare sistema mediatico e che prendono di mira i costumi dissoluti della corte. Protagoniste alcune favorite del re, come la Pompadour e la contessa du Barry, la cui origine sociale oggi potrebbe agevolmente rientrare nella categoria “escort”. Leggi tutto “Oportet”