Matteo Di Gesù, Renato Lombardo Una comunità di pari? – Alcuni riferimenti di interesse da siti e documenti istituzionali, siti di informazione ed articoli su giornali, altre fonti e una Minibibliografia.

Siti e documenti istituzionali

(it) Il sito ufficiale dell’ANVUR sul sito del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca:

http://anvur.miur.it/

(en) Documento della Commissione Europea sulla valutazione della ricerca “Assessing Europe’s University-Based Research ”:

http://ec.europa.eu/research/science-society/document_library/pdf_06/assessing-europe-university-based-research_en.pdf

(en) Il programma Research Excellence Framework per la valutazione della ricerca nel Regno Unito che dovrebbe entrare a regime nel 2014:

http://www.hefce.ac.uk/research/ref/

(en) Gli interventi al convegno Evaluation in the Human Sciences: Towards a Common European Policy del dicembre 2008 sull valutazione della ricerca nelle Scienze Umanistiche con un confronto dei metodi di valutazione in alcuni paesi europei:

http://www2.lingue.unibo.it/evaluationinthehumanities/materials.htm

(en) Un rapporto dello Joint Committee on Quantitative Assessment of Research a proposito dell’uso e dell’abuso delle informazioni bibliometriche per la valutazione della ricerca e delle distorsioni che ne derivano:

http://www.mathunion.org/fileadmin/IMU/Report/CitationStatistics.pdf

(it) Documento del CUN sulla valutazione della ricerca:

http://www.cun.it/media/104777/ps_2010_03_25_002.pdf

(it) Linee guida del CIVR per la valutazione della ricerca (2006):

http://vtr2006.cineca.it/documenti/linee_guida.pdf

Siti di informazione ed articoli su giornali

(en) L’articolo in cui venne propostlo lo H-index, uno degli indici bibliometrici più usati:

Hirsch, J. E. An index to quantify an individual’s scientific research output. Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America 2005, 102, 16569 -16572.

http://arxiv.org/pdf/physics/0508025v5

(it) Un dossier di articoli sulla valutazione della ricerca sul sito di lavoce.info giornale indipendente on-line di critica politica ed economica:

http://www.lavoce.info/dossier/pagina2936.html

(en) Un articolo sul PLoS ONE (una delle più importanti ed autorevoli riviste scientifiche open access) sul problema dell’eccessiva pressione sui ricercatori per pubblicare e i conseguenti rischi sulla qualità della produzione scientifica:

Fanelli D (2010) Do Pressures to Publish Increase Scientists’ Bias? An Empirical Support from US States Data. PLoS ONE 5(4): e10271. doi:10.1371/journal.pone.0010271

http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0010271

(en) Un altro articolo si PLoS ONE su di un software che dovrebbe migliorare la qualità del recupero dei dati bibliometrici individuali ai fini della valutazione:

Ruths D, Zamal FA (2010) A Method for the Automated, Reliable Retrieval of Publication-Citation Records. PLoS ONE 5(8): e12133. doi:10.1371/journal.pone.0012133

http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0012133

(en) Articolo del Times Higher Education Journal sul come il concetto di Publish or Perish stia distorcendo la ricerca:

John Morgan ‘Publish or perish’ culture distorting research results, Times Higher Education, 22 aprile 2010.

http://www.timeshighereducation.co.uk/story.asp?storycode=411323

(it) La classifica delle università italiane secondo CENSIS/Repubblica:

http://www.universando.com/Classifica_universita.htm

(en) Un articolo sulla ricaduta del mantra Publish or Perish sull’industria editoriale:

Gad-el-Hak, M. Publish or perish-An ailing enterprise? Physics Today 2004, 57, 61–64.

http://dx.doi.org/10.1063/1.1712503

(trad. it) Illustra bene il dibattito sulla questione in Francia, o più precisamente le argomentate contestazioni che il sistema di valutazione della ricerca ha ricevuto oltralpe da parte del mondo accademico:

Pierre Jourde. Come diventare il ricercatore del mese, Le Monde Diplomatique/Il manifesto, 16 dicembre 2008.

http://www.monde-diplomatique.it/LeMonde-archivio/Dicembre-2008/pagina.php?cosa=0812lm02.01.html

(en) Due pesi e due misure (cfr. anche il riferimento ): quando la produttività scientifica non sembra essere necessaria. il caso di Fabio Pistella, ex-direttore del CNR ed ora a capo di DigitPA (ex-CNIPA) l’ente che si occupa di informatica per la pubblica amministrazione:. Delle 150 pubblicazioni da lui vantate solo tre risultano indicizzate dal motore di ricerca ISI (una delle basi di dati fondamentali per la valutazione della ricerca, specialmente nelle scienze esatte). Ripreso su numerose testate anche internazionali, il caso viene citato anche dalla prestigiosissima rivista Nature:

Abbott, A. Saving Italian science. Nature 2006, 440, 264-265.

http://dx.doi.org/10.1038/440264a

Altre fonti

(en) Pagina personale di Anne-Wil Harzing, Docente di International Management alla University of Melbourne, Australia nonché autrice del programma Publish or Perish per la valutazione indipendente della produttività scientifica:

http://www.harzing.com/

(en) Dalla pagina personale di Michael Nielsen, fisico, scrittore e membro della Open Knowledge Foundation, una critica dello h-index:

http://michaelnielsen.org/blog/why-the-h-index-is-virtually-no-use/

(it) Due pesi e due misure (cfr. anche il riferimento ): quando la produttività scientifica sembra non bastare. Il caso di Luciano Maiani, attuale direttore del CNR. La Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, on. Gabriella Carlucci, lo accusa di non avere un curriculum adeguato e di avere avuto solamente fortuna. Dal blog di Pietro Folena, la lettera di fuoco che Sheldon L. Glashow, Premio Nobel per la Fisica, inviò sdegnato a Prodi. Maiani era stato uno dei firmatari della lettera contro la Lectio Magistralis tenuta da Benedetto XVI alla Sapienza nel 2008:

http://www.pietrofolena.net/blog/?p=303

(it) Un sito con una ampia raccolta di link e documenti sulla valutazione della ricerca. Il nome, però, potrebbe decisamente trarre in inganno: www.anvur.it non sembra avere alcun collegamento con l’agenzia istituzionale ed è registrato a nome di tale Renzo Rubele di Verona. Un singolare caso di cybersquatting (http://it.wikipedia.org/wiki/Cybersquatting)?

http://www.anvur.it

Minibibliografia

(it) Una delle più esaurienti pubblicazioni sul funzionamento dei principali strumenti di valutazione in uso nelle università. Descrive dettagliatamente, ma problematizza; l’autore è un economista:

Alberto Baccini, Valutare la ricerca scientifica. Uso e abuso degli indicatori bibliometrici, Il Mulino, Bologna 2010.

(trad. it) Due tra i testi da tenere presenti per ragionare in termini critici sulla valutazione della ricerca, e per collocare la questione nel più vasto ambito della filosofia e della sociologia della scienza:

B. Latour, La scienza in azione. Introduzione alla sociologia della scienza, Edizioni di Comunità, Torino, 1998.

(trad. it) P. Bourdieu, Il mestiere di scienziato. Corso al College de France 2000-2001, Feltrinelli, Milano 2003.

(it) Uno dei rari casi di riflessione epistemologica -e politica- in ambito umanistico (l’autore è un grecista), che pone diversi interrogativi sui condizionamenti che la ricerca scientifica patisce in ambito accademico:

A. Cozzo, Sapere e potere presso i moderni e presso i greci antichi. Una ricerca per lo studio come se servisse a qualcosa, Carocci, Roma 2002.

2 Risposte a Riferimenti a proposito della valutazione della ricerca

  1. Anvur Cronaca ha detto:

    Noi forniamo commenti e valutazioni sulle politiche dell’istruzione superiore e della ricerca, specificatamente in materia di valutazione.

  2. Renato Lombardo ha detto:

    Quindi confermate di non aver alcun legame con l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca? Come mai avete scelto proprio “anvur” come nome del vostro sito/blog?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *