L’imitazione della merce 2

Guido Caserza

PARTE SECONDA- Dialogo ipologico fra i due maestri (parte A)

Dormono le merci, maestro?

Non mai! Se le merci dormissero sarebbe doppia follia: la loro e quella del capitale che le muove.

Ma se le merci potessero dormire…

Maestro, possono forse le merci morire?

Forse sognerebbero.

Mentre il sogno, in verità, è un presupposto della circolazione delle merci. Si colloca a uno stato anteriore dell’ontogenesi.

Con questo, maestro, vuole dirmi che la merce non è deperibile?

È deperibile e non lo è: è deperibile in quanto transustanziata in natura umana; è indeperibile in quanto autogenerantesi e autorinnovantesi. Leggi tutto “L’imitazione della merce 2”